Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

In Germania parte il “bonus-bici” – 03/04/09

FRANCOFORTE – In una Germania nella quale i sussidi alla rottamazione delle auto stanno andando a gonfie vele, c’è chi pensa anche ai bonus biciclette. È la città di Mannheim, nel Land meridionale del Baden-Württemberg, che ha promesso di dare 50 euro a chi decide di acquistare una nuova bici.



L’operazione riguarderà i primi cento abitanti di Mannheim che si recheranno in un apposito ufficio del comune a partire dal 2 maggio. Riceverà il bonus chi ha acquistato una bicicletta da città, escluse quindi le mountain bikes o altri tipi di due ruote. L’obiettivo naturalmente è di incentivare i consumi, aiutare la produzione locale, con un occhio all’ambiente. E non solo.
La vecchia bici infatti non verrà rottamata. Verrà piuttosto affidata a un ente pubblico della città tedesca impegnato nella formazione dei disoccupati. Le due ruote saranno quindi rimesse in ordine e riutilizzate. L’idea non è solo di aiutare l’economia in modo ecologico, ma anche di dare un’occupazione ai senza lavoro.
Secondo il ministero dei Trasporti a Berlino, il traffico su due ruote in Germania è pari a circa il 10% del totale. Aumenta fortemente durante la buona stagione, cala in inverno. L’obiettivo del Governo federale è di portare la quota al 20% entro il 2020. Il Paese ha migliaia di chilometri di piste ciclabili e conta fino a 4.600 alberghi cyclist-friendly.
La stessa Mannheim conta 256 chilometri di piste ciclabili, mentre il 16% del traffico è su due ruote. Secondo uno studio dell’Università di Dresda, la cittadina – che ha una popolazione di 325mila abitanti e un sindaco socialdemocratico, Peter Kurz – è al quinto posto nella classifica delle città tedesche più amichevoli nei confronti dei ciclisti.
B.R.
Questo articolo è stato pubblicato su www.ilsole24ore.com