Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Deutsche Bahn sotto alla Manica – 14/10/10

FRANCOFORTE – Già oggi fa una certa impressione assistere all'arrivo alla Gare de l'Est di Parigi di un treno ICE della Deutsche Bahn. Chissà cosa penseranno gli inglesi quando la settimana prossima un convoglio super-rapido della compagnia tedesca farà il suo ingresso nella stazione di St. Pancras a Londra. Il viaggio sarà solo un test, ma è il riflesso di come sta cambiando il traffico ferroviario, mentre la Germania, forte della sua posizione al centro dell'Europa, vuole diventare lo snodo del continente nel grande settore della logistica.



Ieri per la prima volta un treno della Deutsche Bahn proveniente dalla Germania ha imboccato il tunnel sotto alla Manica. Il convoglio ICE costruito da Siemens effettuerà nei prossimi giorni alcune prove tecniche nella galleria di 50 chilometri, e martedì 19 ottobre raggiungerà la capitale inglese. La società tedesca vuole approfittare della progressiva liberalizzazione del mercato ferroviario in un momento in cui aumentano i viaggi intereuropei ad alta velocità: erano 45 milioni nel 2007, dovrebbero salire a 68 milioni nel 2020.
I test giungono mentre si discutono nuove regole di sicurezza. Per ora nel tunnel sono permessi solo convogli a trazione anteriore, lunghi 400 metri e inscindibili, in un solo blocco per facilitare le evacuazioni. Sono attese modifiche, anche perché le norme, ritenute obsolete, risalgono agli anni 80. Eurostar – che ha ancora il monopolio del transito nel tunnel ma vuole prepararsi alla concorrenza e servire nuove tratte – ha già annunciato l'acquisto di treni Siemens, scindibili e a trazione distribuita, come quello usato da Deutsche Bahn per le prove di questi giorni.
L'iniziativa della società tedesca è un nuovo esempio di come il gruppo stia crescendo nel trasporto internazionale di passeggeri. «Ogni giorno – spiega Andreas Fuhrmann, portavoce di Deutsche Bahn a Berlino – trasportiamo 40mila persone. Colleghiamo 80 città con 220 collegamenti in 14 nazioni europee. Sei paesi sono collegati con l'ICE: l'Austria, la Svizzera, la Francia, l'Olanda, il Belgio e la Danimarca». Nel 2011, Francoforte sarà collegata ad alta velocità con Marsiglia, evitando Parigi.
Ora la società tedesca ha deciso di tentare lo sbarco in Gran Bretagna, dopo aver acquistato nei mesi scorsi Arriva, il gruppo di trasporto inglese. Secondo il presidente della Deutsche Bahn, Rüdiger Grube, la linea Francoforte-Londra – in un primo tempo cinque ore di viaggio – potrebbe essere utilizzata da 1,1 milioni di passeggeri all'anno. La speranza del gigante tedesco è di iniziare il servizio nel 2012-2013, sfidando l'aereo e soprattutto la SNCF, il principale concorrente europeo.
«Più in generale – commenta da Norimberga Christian Kille, un ricercatore del Fraunhofer Institut specializzato nella logistica – la Germania sta diventando lo snodo dell'Europa nel trasporto merci e passeggeri. Non c'è solo la Deutsche Bahn. Molte società tedesche sono al primo posto in questo campo: Lufthansa nel traffico aereo, Deutsche Post e DHL nel servizio postale, Hapag-Lloyd nel turismo».

B.R.