Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Westerwelle-Mronz, la nuova coppia della diplomazia tedesca

C'era un tempo quando in diplomazia la moglie del diplomatico era chiamata la consorte, il Lei era d'obbligo e il funzionario di una certa età ancora scapolo veniva guardato con ingiusto sospetto. Il nuovo ministro degli Esteri Guido Westerwelle sta rivoluzionando la diplomazia tedesca e forse anche europea.

Mronz-Westerwelle
In passato l'uomo politico partecipava al Ballo dell'Epifania, alla vigilia del tradizionale comizio politico del partito liberale tedesco di inizio anno, accompagnato da una signora; una certa Ute. Molti sapevano che Westerwelle, 48 anni, era omosessuale, ma ai tempi era meglio evitare di dire la verità. Per una sera Ute era l'amica di Guido. Il coming out del leader dell'Fdp è avvenuto solo nel 2004, quando si presentò al cinquantesimo compleanno di Angela Merkel accompagnato dal suo partner Michael Mronz. Oggi il 43enne manager di Colonia è diventato una figura abituale a fianco del vice cancelliere della Repubblica Federale, in Germania e all'estero.

Westerwelle sta prendendo il suo nuovo lavoro molto sul serio. Da quando è entrato in carica alla fine di ottobre ha visitato nell'ordine la Polonia, l'Olanda, la Francia, il Lussemburgo, il Belgio, gli Stati Uniti, la Danimarca, la Gran Bretagna, la Svizzera, la Spagna, la Russia, l'Austria, la Repubblica Ceca, la Svezia, la Finlandia, l'Italia, la Turchia, l'Arabia Saudita, il Qatar, gli Emirati Arabi Uniti, lo Yemen, l'Estonia, il Giappone e la Cina. In tutto 24 paesi: un bello spaccato degli interessi mondiali della Germania. In cinque paesi, lo ha accompagnato Mronz: in Svezia, in Italia, in Finlandia, in Cina e in Giappone. Nel suo viaggio in Asia la stampa tedesca ha raccontato che il partner di Westerwelle ha pagato il soggiorno di tasca propria, ma che il piano di viaggio aveva una sezione intitolata: "Programma per il ministro federale degli Esteri e Michael Mronz" (nella foto un momento della visita a Tokyo). La società cambia e con essa le abitudini politiche e diplomatiche. Alle domande dei giornalisti sulla questione, il ministero degli Esteri a Berlino è generoso di informazioni, dimostrando grande professionalità. Gioca la carta della trasparenza, ma anche del realismo e del tatto. Non è un caso se "la nuova coppia del potere", come l'ha definita il quotidiano Bild, si sia separata provvisoriamente in occasione dei viaggi nei paesi arabi, dove Westerwelle si è recato da single.

  • Florent 6A |

    Test

  Post Precedente
Post Successivo