Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La Gran Bretagna punta sul nucleare. La Germania discute.

Biblisa_b180
La Gran Bretagna ha appena deciso di rilanciare l’energia nucleare con la costruzione di nuove centrali. E la scelta inglese sta già influenzando il dibattito tedesco. La Germania ha deciso ormai quasi dieci anni fa di abbandonare l’energia nucleare, per decisione dell’allora Governo socialdemocratico-verde. Entro il 2021 tutti gli impianti (oggi 17, nella foto, tratta dal sito del Deutsches Atomforum, quello di Biblis) dovrebbero essere chiusi. Ma l’establishment è diviso, e la popolazione anche. Tra i più favoreroli a questo tipo di energia è il ministro dell’Economia, il cristiano-sociale Michael Glos. Per bocca di un suo portavoce ha spiegato che la scelta inglese conferma la correttezza della sua posizione. La Germania è ancora lontana dal cambiare idea su questo fronte, ma i democristiani del cancelliere Angela Merkel premono. Paradossalmente la stessa sensibilità ambientale dei tedeschi è diventata uno strumento nelle mani di chi non vuole abbandonare l’energia nucleare.

Infatti, molti ammettono che quest’ultima potrebbe essere più pulita e più rispettosa dell’ambiente di altre fonti energetiche. Peraltro è anche meno costosa di altre, in un momento in cui il petrolio oscilla intorno ai 100 dollari al barile. Secondo un recente sondaggio, il 47% dei tedeschi vuole posticipare l’uscita dal nucleare, il 46% è invece contrario. In questo contesto, Germania e Italia sono gli unici grandi Paesi industrializzati (del G-7) che hanno optato per l’abbandono. I tedeschi potrebbero cambiare idea, soprattutto se la CDU dovesse vincere le prossime elezioni federali del 2009. D’altro canto, la Germania dimostra di sapere coniugare sensibilità ecologica e realismo politico (a differenza dell’Italia): sul fronte dei rifiuti, per esempio, tra una discarica e un inceneritore il Paese ha scelto quest’ultimo, nonostante l’inquinamento (in netto calo negli ultimi 10 anni) provocato da un termovalorizzatore.

  • Lorenzo |

    Concordo pienamente con le ultime riflessioni fatte dal giornalista tra la differenza tra Italia e Germania

  • Giovanni Boggero |

    Le posizioni di Glos rimangono le più liberiste in seno alla Grosse Koalition. Credo che il dibattito sul nucleare, insieme con il salario minimo, occuperà gran parte della campagna elettorale dell’anno prossimo…

  Post Precedente
Post Successivo